STRESS? NON È SOLO NELLA TUA TESTA!

L’ansia per un progetto di lavoro, un battibecco in famiglia, problemi finanziari, problemi di salute, la lista di potenziali stress è infinita, ma qualunque sia la fonte dello stress, sicuramente parte dalla tua testa.

Un principio di preoccupazione diventa una valga di ansia. Ti tiene sveglio di notte, e la tua testa è pronta a cavalcare le verdi praterie dell’ansia, piena di “Cosa sarebbe successo se…” e di “E se tutto va male?”.

Ancora peggio, se questo diventa il tuo status normale, poi sarà un fiorire di altri fattori stressanti, infiammazione e tutto il resto.

Mentre lo stress alto è una cosa buona se sei “effettivamente” in pericolo, infatti è quello che ti permette d sopravvivere ad un eventuale attacco o pericolo imminente.

I pensieri nella tua testa sono solo l’inizio, o meglio, sono l’ingranaggio che fa partire il meccanismo meglio noto come stress cronico, e una volta partita “la ruota del criceto”, per te sarà un casino fermarti e scendere.

Sai una cosa? Forse lo stress non è proprio tutto nella tua testa…

Hai presente il detto “piove sul bagnato”? Ecco, quella è una buona descrizione di stress cronico. Si, perché sotto stress diventa tutto più difficile.
Ti dirò di più, in effetti, il termine “stress psicologico” non è solo psicologico, cioè non è solo nella tua testa.

Provo a spiegarmi meglio:

Diciamo che hai perso il lavoro o stai lottando con un qualche tipo di stress traumatico dovuto a  qualche brutto episodio capitato tanti anni fa…
Sei pieno di ormoni dello stress: Cortisolo, Epinefrina e norepinefrina completamente fuori controllo, e  la tua risposta allo stress non si risolve, non si “sfoga”, rimane “bloccata”.

E quindi? cosa succede?

Il tuo sistema immunitario va in sofferenza, e lo stress rapidamente scatena un un’infiammazione di basso grado, la pressione va alle stelle, e ti ammali di continuo.

La ferita non guarisce mai, e la tua pelle è un disastro.

Hai problemi a dormire, e sei vicino ad un burnout emozionale (per capire cos’è il burnout vai qui http://www.wladislessia.com/insegnanti-e-burn-out-la-verita-e-che-hai-sbagliato-lavoro/ )

Lo stress è come una valanga che viene giù da una montagna, e più scende più diventa grande, e più diventa grande e più diventa veloce, e più diventa veloce più sai che si sta per schiantare proprio addosso a te.

E quello schianto stai pur certo che non ti farà del bene!

Gli agenti di polizia affrontano stress incredibili al lavoro e ne portano le conseguenze addosso, anche lontano dal lavoro. 

Tanto che i ricercatori hanno scoperto che i poliziotti hanno 21 volte più probabilità di morire per infarto durante un alterco (un’incazzatura! chiamiamo le cose con il loro nome!) che non durante le loro attività di routine.

21 VOLTE è un numero ENORME, pensa che durante un allenamento molto duro, il rischio di infarto aumenta di sole 7 VOLTE.

Quindi, come vedi, l’aumento del rischio non è dato dallo sforzo fisico, ma è il livello di stress che manda alle stelle  il rischio di infarto.

Durante i momenti di forte stress, il tuo cormo rilascia ormoni come la norepinefrina, che, secondo i ricercatori è la causa della rottura della barriera dei batteri, e che forma così depositi di placche che ostruiscono le arterie e danno vita ad un attacco di cuore.

Lo stress contribuisce alle malattie cardiache anche in altri modi.

Oltre  la norepinefrina, il tuo corpo rilascia un ormone  che prepara il corpo a combattere o scappare, il cortisolo.

Quando lo stress diventa cronico, il tuo sistema immunitario diventa insensibile al cortisolo,  e visto che l’infiammazione è in parte regolato da quest’ormone, questa “insensibilità” aumenta la risposta infiammatoria e permette all’infiammazione di andare fuori controllo.

L’infiammazione cronica non è solo una caratteristica delle malattie del cuore, ma di moltissime malattie croniche.

LO STRESS È COLLEGATO AL DIABETE E A DECINE DI ALTRI PROBLEMI

Lo stress prolungato può danneggiare il tuo cervello e la capacità di ricordare le cose. Le cellule del cervello di ratti stressati sono decisamente piccole, specialmente nell’area dell’ippocampo, che è la sede della memoria

Lo stress distrugge il tuo sistema neuroendocrino (il sistema responsabile della produzione degli ormoni) e il sistema immunitario e scatena un processo degenerativo nel cervello che sfocia poi nel Morbo di Alzheimer

Lo stress influenza tutto il corpo, e in particolare è causa di :–  Malattie cardiovascolari
– Ipertensione
– Depressione
– Ansia
– Disfunzioni sessuali

  • Frequenti influenze
  • Insonnia
  • diminuzione o aumento dell’appetito

LO STRESS CAUSA PROBLEMI DIGESTIVI

Non te lo vorrei dire, ma purtroppo è così: lo stress causa problemi digestivi in un circolo vizioso che non si chiude mai.

Lo stress causa innumerevoli problemi digestivi, e tanto per essere precisi, parliamo di:

– Mancato assorbimento dei nutrienti (quindi non assorbi vitamine dal cibo)
– 4 volte meno flusso di sangue al sistema digestivo, il che ti porta ad un metabolismo lento
– 20000 volte meno produzione di enzimi nel tuo intestino (questo significa che non digerirai mai il panino dell’altro giorno)

Per farla facile, lo stress cronico e (e altre emozioni negative come rabbia, ansia e tristezza) possono scatenare terribili sintomi e malattie nel tuo intestino.

Come spiega un ricercatore di Harvard:

<< La psicologia si combina con i fattori fisici per causare dolore e altri sintomi intestinali

I fattori psicosociali influenzano la fisiologia dell’intestino, come gli altri sintomi.

In altre parole, lo stress può influenzare i movimenti del tratto Gastro Intestinale, causando infiammazione, o rendendoti più suscettibile alle infezioni.

Inoltre, la ricerca suggerisce che alcune persone con problemi gastro intestinali, percepiscono il dolore in modo più acuto delle altre persone, proprio perché  il loro cervello non regola bene i segnali del dolore provenienti dal tratto gastro intestinale.

Lo stress rende il dolore esistente ancora più forte >>

La cosa interessante (per noi scienziati nerd) è che la connessione funziona nei due sensi, cioè lo stress può causare problemi intestinali, e i problemi intestinali possono portare fortissimo stress.

MA QUALI SONO I FATTORI CHE POSSONO PORTARTI UNO STRESS INCREDIBILE SENZA CHE TU TE NE RENDA CONTO?

Mettiamola così, se più vulnerabile allo stress se :

– Senti di non avere il controllo della tua vita
– Non hai informazioni in anticipo (non sai quanto sarà dura la sfida, non sai quanto durerà il lavoro richiesto, non sai quanta attesa ci vorrà, ecc.…)
– Ti sembra di non avere vie d’uscita
– Sei pessimista
– Non hai persone con cui sfogarti

Le persone che sono alla punta della piramide sociale sentono un grande senso di controllo perché si sentono come dei direttori d’orchestra che guidano e dispongono delle connessionI e delle risorse a loro disposizione.

Il risultato?

meno stress, quindi nel lungo periodo: meno malattie.

In quali modo semplice e veloci puoi gestire o risollevarti dallo stress?

– Puoi creare (falsa) felicità  assumendo droghe o alcool, ma dura lo spazio di un attimo (che questa sia un’idea da idioti non te lo devo certo dire io)

– Puoi iniziare ad avere invece sane abitudini, come mangiare sano o andare in palestra, uscire con gli amici, facendo sesso, o legando con i tuoi bimbi.

Ecco, direi che quest’ultima opzione è la migliore: un abbraccio di 10 secondi può portare significativi miglioramenti nella biochimica della tua salute

Gestire lo stress è fondamentale per chiunque, e ancora di più per te che lavori sempre sotto pressione.

Cercati una valvola di sfogo:

spegni la tv, tanto difficilmente c’è qualcosa di utile, vai in palestra, inizia un corso di ballo o di arti marziali

Se sei un tipo più rilassato, magari inizia con la meditazione.

L’importante è trovare una valvola che ti porti a “cacciare fuori” lo stress.

Ci sarebbe anche un’altra soluzione, ma te ne voglio parlare prossimamente nel webinar sullo stress !

Se hai domande che riguardano lo stress e l’insonnia, scrivimi a info@buonacura.com, ti riponderò durante la diretta!

Commenti

commenti

Leave a Reply