GUIDA (MICA TANTO) RAPIDA ALL’OMOCISTEINA

Hai mai sentito parlare di omocisteina ? Non sai cosa fare quando hai alti livelli di omocisteina?

 

Allora questo è l’articolo più importante che leggerai oggi anche se non sarà facilissimo da capire!

L’omocisteina è un tipo specifico di amminoacido che si crea nell’organismo durante i processi metabolici. E’ prodotto nel corpo come sottoprodotto della metilazione, cioè il processo di produzione di un aminoacido essenziale chiamato “Metionina”.

Nelle persone sane, l’omocisteina si trasforma in un prodotto benigno, ma quando l’omocisteina non è correttamente “TRASFORMATA”, si accumula all’interno del corpo e agisce in modo simile a una tossina.

Questo provoca infiammazione e crea più tossine che causano problemi nei sistemi cardiovascolari, neurologici ed endocrini (cuore, cervello e tiroide, tanto per essere comprensibile).

L’omocisteina alta è una causa comune di infiammazione delle arterie ed è quindi legata a malattie cardiache.

Le malattie cardiache sono una delle principali cause di morte, e alcune ricerche suggeriscono che circa il 15 per cento di tutti gli attacchi cardiaci e ictus potrebbe essere collegato ad alti livelli di omocisteina.

A partire dagli anni ’60, i medici hanno scoperto che gli elevati livelli di omocisteina geneticamente ereditati erano la causa di problemi cardiaci mortali in alcuni bambini, e questo ha incoraggiato i ricercatori a studiare i legami tra omocisteina elevata e malattie cardiovascolari anche negli adulti.

I disturbi che causano livelli anormali di omocisteina possono contribuire a una vasta gamma di altri problemi di salute e sintomi:

  • Stanchezza
  • la diminuzione della vista
  • Depressione
  • anomalie scheletriche

Anche se non è sempre possibile “curare” i livelli anomali di omocisteina, a causa della condizione comunemente causata da un patrimonio genetico, i modi naturali per aiutare a gestire i sintomi che provoca includono mangiare una dieta infiammatoria, ridurre lo stress, integrare per ridurre le carenze e rimanere attivi.

CHE COSA È L’OMOCISTEINA?

Come accennato sopra, l’omocisteina è un aminoacido che normalmente non è pericoloso o malsano, fino a quando non si accumula ad alti livelli.

Omocistinuria è il nome della condizione che è caratterizzata da elevati livelli di omocisteina a causa della mancanza di enzimi che normalmente metabolizzano l’omocisteina. Questo disturbo metabolico a volte è   un difetto enzimatico, genetico e tramandata dai genitori ai loro figli.

I livelli di omocisteina si mantengono sani grazie alla presenza di alcune vitamine e alla produzione di cofattori enzimatici. Ecco perché le carenze di vitamina B12, folati e vitamina B6 possono contribuire a problemi di omocisteina.

L’omocisteina elevata è presente sia nei bambini che negli adulti. I bambini con omocistinuria di solito ereditano un tipo specifico di mutazione genetica detta “MTHFR” che interferisce con la normale produzione di enzimi e con un processo chiamato metilazione.

I bambini possono iniziare a sviluppare sintomi in tenera età, anche se spesso  agli adulti con stili di vita non sani vengono diagnosticati per la prima volta livelli molto elevati di omocisteina.

 

SINTOMI DI ALTI LIVELLI DI OMOCISTEINA

I sintomi di elevati livelli di omocisteina possono essere lievi o gravi a seconda dei tipi di enzimi e sostanze nutritive che mancano. La maggior parte dei neonati con omocistinuria nascono normalmente normali e sani fino a quando i sintomi iniziano ad emergere intorno ai 3 anni.

Alcuni dei primi segni di livelli anomali di omocisteina?

  • cambiamenti della vista (dovuti alla dislocazione della lente)
  • problemi posturali (dovuti ad anomalie scheletriche e al graduale sviluppo dell’osteoporosi).

Molti adulti sviluppano omocisteina alta in età più avanzata, la maggior parte senza nemmeno saperlo (magari se la tv e i giornali ne parlassero più spesso, invece di straparlare come al solito di colesterolo, lo saprebbero eccome.)

Anche se i sintomi non sono sempre presenti, ecco un elenco più robusto di segni comuni o complicanze causate da avere omocisteina alta:

  • Forte rischio di problemi cardiaci:– malattie coronariche

– attacchi cardiaci

– ictus

– pressione alta

– livelli anomali di colesterolo  questo è dovuto all’aumento dell’infiammazione, a volte dovuta alla coagulazione spontanea del sangue e anche a blocchi delle arterie principali.)

2) Forte rischio di contrarre problemi cognitivi:

– il morbo di Alzheimer

– demenza

Nei bambini, anomalie scheletriche e dello sviluppo – possono comprendere l’avere una colonna vertebrale curva o sporgere dalla cassa toracica e dalla gabbia toracica.

– Arti ed estremità allungati – alcuni pazienti appaiono molto alti e sottili, alcuni potrebbero anche avere dita e dita molto lunghe e sottili.

– Problemi comportamentali, tra cui ADHD, autismo e altre difficoltà di apprendimento

– Emicranie e mal di testa

Anomalie mentali :

– depressione

  • ansia
  • disturbo bipolare
  • altri problemi mentali

Sono più comuni tra le persone con elevata omocisteina.

In coloro che soffrono di omocisteina alta a causa di carenze nutrizionali, anemia, dolori e dolori, rallentato lo sviluppo, e difetti di nascita potrebbero anche essere possibili sintomi

CAUSE E FATTORI DI RISCHIO DEGLI ELEVATI LIVELLI DI OMOCISTEINA

 

Una causa genetica di alti livelli di omocisteina è essere nati con una mutazione MTHFR.

Una mutazione del gene MTHFR può cambiare il modo in cui alcune persone metabolizzano e convertono nutrienti importanti dalla loro dieta in vitamine, minerali e proteine attive.

Si ritiene che fino al 30-50 per cento di tutte le persone potrebbe portare una mutazione genetica MTHFR e circa il 10-20 per cento della popolazione mondiale potrebbe avere mutazioni MTHFR più gravi.

I geni MTHFR producono enzimi che convertono l’omocisteina in un altro amminoacido chiamato metionina.

Meno enzimi si creano, più drammaticamente la salute di qualcuno è influenzata, dal momento che questo può aumentare significativamente l’omocisteina e quindi i livelli di infiammazione.

Alcune persone con queste mutazioni producono fino al 70-90% in meno di enzimi necessari per abbattere l’omocisteina rispetto a quelli senza mutazioni MTHFR. Altre sperimentano cali molto meno drastici dei livelli di enzimi, dal 10 al 30 per cento circa.

Un altro motivo per cui i livelli di omocisteina diventano elevati negli adulti senza mutazioni di enzimi genetici è che stanno soffrendo di carenze nutrizionali, comprese quelle di folato e vitamine del gruppo B (in particolare vitamina B6 e vitamina B12).

La ricerca ha dimostrato che l’integrazione con queste sostanze nutritive può aiutare a ridurre il rischio di infiammazioni cardiache, declino cognitivo, depressione e altro ancora, poiché aiuta a diminuire la quantità di omocisteina nel sangue.

A parte semplicemente non mangiare abbastanza alimenti con queste sostanze nutritive, che cosa ti mette a rischio omocisteina alta?

Gli studi dimostrano che i livelli di omocisteina tendono ad aumentare con l’età, il fumo e l’uso di alcuni farmaci, quindi il primo passo è quello di concentrarsi sulla cura di se stessi di come si invecchia e limitare l’uso di sostanze nocive.

Anche gli uomini tendono ad avere livelli più alti.

Le persone che hanno maggiori probabilità di  avere alti livelli di omocisteina includono:

  • Donne incinte o madri che allattano
  • Alcolisti e tossicodipendenti
  • Chiunque abbia malattie epatiche
  • Chiunque soffra di dialisi renale
  • Persone con diabete, disturbi della tiroide o squilibri ormonali
  • Quelli che usano frequentemente diuretici o lassativi

Chiunque prenda farmaci che possono ridurre ulteriormente i livelli già bassi di folati o interferire con la metilazione.

Questi includono farmaci per :

  • diabete
  • farmaci contro il colesterolo alto,
  • antibiotici
  • pillole anticonvulsivanti (come fenitoina e carbamazepina),
  • antiacidi
  • antidolorifici FANS
  • antidepressivi

________________________________________

 

 

TRATTAMENTI NATURALI PER ALTI LIVELLI DI OMOCISTEINA

 

  1. MIGLIORA LA TUA DIETA

 

La tua dieta può avere un grande impatto sulla gravità e sulla frequenza dei sintomi che sperimentate come effetti collaterali di avere alti livelli di omocisteina.

Se consumi un sacco di prodotti di origine animale trasformati (in particolare i salumi), è più probabile che tu abbia l’ omocisteina alta.
Ora voglio darti dei suggerimenti per proteggerti da complicanze di omocisteina elevata (tra cui malattie cardiache, problemi neurologici, dolore cronico e disturbi dell’umore).

  • Mangia prevalentemente alimenti biologici non trasformati

L’omocisteina alta non solo aumenta l’infiammazione, ma rende anche più difficile per il corpo disintossicarsi da sostanze chimiche accumulate, metalli pesanti e tossine.

Poiché gli alimenti trasformati e quelli contenenti pesticidi contengono comunemente molti ingredienti chimici di sintesi, è utile evitare di mangiare questi il più possibile.

 

  • Consuma più fibre 

La fibra aiuta a proteggere le arterie e il cuore, migliora la digestione, aiuta a regolare l’appetito, abbassa la sovralimentazione ed è anche legata a un funzionamento più sano del cervello.

  • Fai il pieno di antiossidanti

 

Questi includono la vitamina C da agrumi o verdure a foglia, carotenoidi da verdure dai colori vivaci, e la vitamina E da frutta come bacche.

Bere succo di verdure fresche è un ottimo modo per aumentare l’assunzione di antiossidanti ogni giorno.

  • Limita l’assunzione di alcol e caffeina

Consumate alcol solo in quantità molto piccole, circa una o due bevande al giorno o idealmente meno. La caffeina è anche legata all’omocisteina superiore, quindi provate a ridurre o eliminare il consumo.

 

  • Riduci l’assunzione di cibi infiammatori 

Evitare alimenti come glutine, zucchero aggiunto, conservanti, prodotti chimici sintetici, carni lavorate, latticini, oli vegetali raffinati, grassi trans e cereali lavorati/arricchiti (che spesso includono acido folico sintetico).

  • Aumenta l’assunzione di alimenti “antibiotici”

 

Gli alimenti probiotici sono fermentati e forniscono “batteri buoni” che aiutano a controllare la sindrome dell’intestino e l’infiammazione.

Consuma altri alimenti amici dell’intestino, tra cui brodo di ossa, verdure e frutta

biologica, semi di lino e semi di chia, e succhi di verdura freschi.

 

  • Concentrati solo sul consumo di grassi salutari 

I grassi sani includono olio di cocco o latte di cocco, olio d’oliva, carne nutrita con erba, pesce selvatico, noci, semi e avocado.

2: ASSUMI PIÙ FOLATO NATURALE, VITAMINE B E ZINCO

 

Molte persone non hanno abbastanza folato naturale nelle loro diete, che può contribuire non solo ad alta omocisteina, ma anche problemi come:

-disturbi digestivi

  • declino neurologico
  • anemia
  • affaticamento
  • piaghe cutanee
  • difetti di nascita nelle donne in gravidanza.

 

La ricerca ha indicato che aumentando l’assunzione del folato naturale o attivato (non è lo stesso acido folico, è diverso, si chiama metilfolina o calcio folinato), potete ridurre il vostro rischio per i problemi relativi agli alti livelli di infiammazione.

Gli alimenti che sono ad alto contenuto di folato includono fagioli, legumi, broccoli, spinaci e verdure a foglia, carni d’organo come fegato, cereali antichi, pollame e avocado.

 

 

 

EVITA LA FOLINA

 

Perché è meglio evitare l’acido folico e ottenere il folato in modo naturale, invece?

L’acido folico (FOLINA) è una vitamina B sintetica presente negli integratori di scarsa qualità e negli alimenti arricchiti (come i cereali lavorati o il succo d’arancia).

Il vero folato è metabolizzato direttamente dall’intestino tenue, ma l’acido folico sintetico richiede l’assistenza di un enzima specifico chiamato “diidrofolato reduttasi”, che di solito è presente solo nel corpo in piccole quantità.
Si stima che circa il 35 % degli adulti e il 28 % di tutti i bambini negli Stati Uniti utilizzano integratori contenenti acido folico.

L’acido folico non metabolizzato può rimanere nel sangue e contribuire a determinati problemi di salute, tra cui eventualmente il cancro.

D’altra parte, sembra che mangiare una dieta equilibrata con un sacco di verdure e cibi vegetali potrebbe avere l’effetto opposto – offrendo protezione da malattie cardiache e depressione.

3: CONSUMA PIÙ VITAMINA B6 E VITAMINA B12

 

Molti pazienti con elevata omocisteina hanno dei miglioramenti dei sintomi quando consumano più vitamine del gruppo B, in particolare vitamina B6 e B12.

 

Questi aiutano ad aumentare le funzioni metaboliche, compresa la metilazione, e possono ridurre i sintomi, come la disfunzione cognitiva e l’affaticamento.

 

La vitamina B6 e la vitamina B12 giovano al corpo in molti modi, tra cui aiutare con l’assorbimento dei nutrienti, il dispendio energetico e le funzioni cerebrali.

Il folato inoltre aiuta la vitamina B12 ad essere assorbita correttamente, in modo da alcuni esperti raccomandano il consumo insieme di queste due sostanze nutrienti.

 

 

Quali alimenti aiutano a consumare più vitamine del gruppo B?

 

Concentrati sul consumo di sufficienti alimenti proteici di qualità, pollame allevato al pascolo, carni d’organo, noci, e prodotti lattiero-caseari crudi/fermentati. Queste stesse fonti forniscono anche zinco e altri amminoacidi, che aiutano ulteriormente con la metilazione.

 

  1. PROTEGGI IL TUO CUORE

Le persone con disturbi metabolici che influenzano i livelli di omocisteina e contribuiscono all’infiammazione e alla formazione di placca sono a maggior rischio di sviluppare malattie coronariche (chiamate anche aterosclerosi) e altri disturbi. A causa di questo, è fondamentale mitigare altri fattori di rischio per le malattie cardiache, tra cui il fumo, l’obesità, uno stile di vita sedentario, il diabete e una dieta povera che aumenta l’infiammazione. Concentrarsi su una dieta sana, in particolare una dieta ricca di cibi ricchi di fibre, fare esercizio fisico regolare e mantenere il peso in una gamma sana.

Se si soffre di omocisteina alta e un aumento del rischio di problemi cardiaci, è anche utile consumare integratori che possono aiutare a migliorare il flusso sanguigno, il colesterolo e la pressione sanguigna.

Questi includono magnesio, acidi grassi omega-3, coenzima Q10, carotenoidi e altri antiossidanti, selenio e vitamine C, D ed E.

  1.  ESERCITATI REGOLARMENTE ANCHE IN ETÀ AVANZATA

L’esercizio regolare aiuta a mitigare i problemi causati dall’alta omocisteina migliorando la funzione immunitaria, l’equilibrio ormonale, i livelli di stress, la qualità del sonno, il controllo del peso corporeo e l’infiammazione.

Trova una forma di esercizio che ti piace e con cui puoi continuare, che si tratti di sollevare pesi, ballare, yoga, correre, andare in bicicletta o nuotare.

  1.  RIPOSA A SUFFICIENZA E GESTISCI LO STRESS

Le stesse condizioni di salute e le stesse abitudini di vita che aumentano i livelli di omocisteina possono anche causare maggiore ansia, insonnia, stanchezza e depressione.

Una delle ragioni per cui questo è vero è dovuto agli effetti che i difetti enzimatici e carenze nutrizionali hanno sui livelli di neurotrasmettitori e ormoni – come la serotonina, testosterone ed estrogeni.

 

Questi ormoni governano cose come il sonno, l’impulso sessuale, la motivazione e i livelli di energia. Tutti questi problemi sono aggravati anche dall’elevato stress quotidiano.

Come affrontare queste condizioni legate all’umore?

Pratica regolarmente gli antistress naturali, tra cui esercizio fisico, meditazione, tieni un diario, trascorri del tempo all’aperto, fai volontariato, prega, ecc.

Elimina l’uso di droghe ricreative e riduci l’assunzione di alcol, che possono aggravare i sintomi interferendo con la metilazione.

Migliora la qualità del sonno (da sette a nove ore di sonno notturno) praticando una routine rilassante, staccati dai dispositivi elettronici, leggi qualcosa di rilassante e rendi la tua camera da letto buia e fresca.

 

PRECAUZIONI DURANTE IL TRATTAMENTO DEI LIVELLI DI OMOCISTEINA ANOMALA

L’ omocisteina alta non è sempre facile da individuare, chiedi test specifici se sospetti un problema.

Quando viene diagnosticata l’omocisteina?

In Italia, non più di 1 medico su 10 chiede il controllo dell’omocisteina (se lo chiedi a me, ti dico che almeno 7 persone su 10 dovrebbero fare questo esame, altro che il colesterolo)

Dal 2008, quasi tutti gli stati degli Stati Uniti sono tenuti a controllare i neonati per rilevare livelli anomali di omocisteina, dato che la diagnosi precoce e il trattamento possono avere un enorme impatto sugli effetti a lungo termine.

Negli adulti, gli esami dell’omocisteina sono di solito effettuati attraverso esami del sangue. A volte vengono eseguiti anche test sulle cellule cutanee o test sulla funzionalità enzimatica e epatica per valutare la capacità del paziente di metabolizzare l’omocisteina in modo corretto.

Quando si sospettano mutazioni di MTHFR, un medico potrebbe anche utilizzare un test genetico oltre ad osservare i sintomi fisici e mentali.

 

Spero di essere stato esauriente e aver trattato la maggior parte dei problemi che riguardano l’omocisteina.

Ti chiedo scusa se non sono riuscito ad essere chiaro come spesso riesco ad essere, ma è un argomento molto sottovalutato e i media non ne parlano MAI.

Ma se hai problemi di Omocisteina e non sai cosa fare, se hai già iniziato un trattamento per l’omocisteina ma i valori non si sono spostati di un millimetro da dove erano, , se il tuo professionista di riferimento (medico, naturopata, personal trainer, farmacista) non te ne ha mai parlato, scrivimi subito a INFO@BUONACURA.COM e metti nell’oggetto “OMOCISTEINA”

Ti aspetto, ciao!

Commenti

commenti

One Response

  1. Cristina 24 giugno 2018

Leave a Reply