Scopri subito perchè la Tachipirina fa male

Quante volte hai buttato giù una tachipirina o due per fermare quel maledetto mal di testa che ti ha tenuto fermo a letto o sulla sedia dell’ufficio, quasi immobile al punto da non riuscire nemmeno più a sentire i tuoi stessi pensieri? Ogni giorno, migliaia di persone, prendono uno delle decine di prodotti a base di paracetamolo (meglio conosciuta come Tachipirina o Efferalgan, tanto per citare i due marchi più noti), perché pensano siano “innocue” o perché fanno “meno male delle altre”.

Bene, anzi male, perché la verità è che ogni anno nel mondo ci sono circa 100mila morti o lesionati, dovuti alla tachipirina (o al suo principio attivo).

Ora già la sento la tua domanda:

“ma com’è possibile? Il medico mi ha sempre detto che la Tachipirina è quella che non fa male, che le posso buttare giù come caramelle, tanto non danno problemi.”

Bene, anzi male. Di nuovo.

Si, perché il medico, o chiunque sia la tua figura di riferimento, dovrebbe ben sapere che il paracetamolo fa male al cervello. E non è un modo di dire.

Il paracetamolo svuotale riserve di glutatione, un antiossidante fondamentale per il tuo cervello. Il nostro corpo dipende dagli anti ossidanti per bilanciare i danni dello stress ossidativo e dell’infiammazione silente

“Ma io mi faccio i Green Smoothie al mattino, così faccio il pieno di antiossidanti e vitamine”

Bravo, fai bene, se non che… la Tachipirina distrugge anche quelli

Effetti collaterali della Tachipirina: oltre i danni del fegato

La maggior parte delle persone sa (o dovrebbe sapere) che la Tachipirina può danneggiare il fegato. Ma siccome nel nostro corpo è tutto connesso, non è una sorpresa che la Tachipirina può fare danni anche oltre il fegato e il cervello.

Uno studio recente ha dimostrato che chi prende Tachipirina ha un rischio più alto di morte improvvisa, problemi di cuore, sanguinamenti gastrointestinali e danni renali.

Ovviamente, più tachipirina prendi, più sei a rischio danni, ma questo mi sembra anche banale sottolinearlo.

C’è una cosa ancora più spaventosa a pensarci, cioè come la Tachipirina influenza l’umore.

Dopo aver buttato giù per il gargarozzo 1000 mg di Tachipirina, le persone hanno cominciato ad essere meno empatiche e a mostrare meno emozioni positive

Per capirci, 1000 mg di Tachipirina sono due dosi da adulti, e dose “sicura” è 3000 mg al giorno.

Questo, detto “terra terra”, potrebbe significare che se tua cugina dopo aver preso una o due tachipirina per il mal di testa, ti sembra ancora più stronza e acida di prima, molto probabilmente non è un caso.

Se sei una donna che sta aspettando un bimbo, o stai cercando di rimanere incinta, fai attenzione alla Tachipirina, non abusarne. La ricerca ha dimostrato che i bambini esposti nel grembo materno alla tachipirina, avranno, durante la crescita, problemi comportamentali, di comunicazione, e motorie

Posso prendere altri antidolorifici allora?

Ora, forse, ti ho convinto a pensarci su due volte prima di prendere una Tachipirina. E allora? Gli altri antidolorifici? Il momento, l’oki, l’aulin? Saranno sciuro, no? Tuo cugino ne prede 4 al giorno e sta una favola…

E certo, che ideona…

Complimenti !

Stai fermo lì !

Non correre che devo prendere la mira per spararti un colpo in testa! Non meriti più di vivere!

Fammi fare un respiro profondo che se no faccio una strage…

Andiamo avanti…

Le donne che capiscono l’importanza dell’equilibrio ormonale dovrebbero saperlo: i “Fans” (cioè gli “antinfiammatori non steroidei , cioè tutti tranne il cortisone), interferiscono con l’ovulazione, specialmente con i livelli di progesterone, dopo soli 10 giorni di uso.

Inoltre, i FANS danneggiano l’intestino, e in uno studio si è visto che il 71% di chi utilizza questi farmaci ha danni all’intestino, contro il 10% di chi non ne fa uso.

I danni all’intestino possono portare alla permeabilità intestinale, o “leaky gut”

La “leaky gut” è collegata alla depressione , alle allergie, ai disturbi d’attenzione e alle malattie autoimmuni.

E allora come faccio con il mal di testa?

Ora che conosci i pericoli degli antinfiammatori e della tachipirina, cosa puoi fare per trovare sollievo dal mal di testa e dagli altri dolori?

La curcuma, spezia gialla di origine indiana contiene un potente principio attivo chiamato Curcumina, ottimo per fermare i dolori e le infiammazioni.

Viene usata da centinaia di anni sia nella medicina Ayurvedica che nella medicina Cinese come trattamento per il dolore, per i disturbi digestivi e funziona ugualmente pene per i dolori da osteoartrite e sindrome premestruale.

Tutto molto bello, vero?

Pero’ c’è un problema.

Se hai un problema cronico, la sospensione di tachipirina potrebbe non bastare, l’assunzione di glutatione, potrebbe non bastare, l’integrazione con Curcuma potrebbe non bastare, e allora come devi fare?

Scrivimi a info@buonacura.com e scrivi “Voglio seguire il programma Infiammazione Zero”

Commenti

commenti

5 Comments

  1. Azzogaleazzo accanisciunoeffess 11 aprile 2017
    • robertoboscia 11 aprile 2017
    • robertoboscia 11 aprile 2017
  2. mava 25 marzo 2018
    • robertoboscia 27 aprile 2018

Leave a Reply